You seem to be located in <country>

Go to your TENA market site for local information.

Le cause delle piccole perdite

Tossire, sollevare pesi, ridere o starnutire sono tra le cause più comuni dei momenti Ops. Se soffri di piccole perdite urinarie, sono molte le situazioni che possono favorirle. Innanzitutto, perché la vescica si indebolisce? Pur potendo accadere a donne di ogni età, il disturbo è più comune durante e dopo una gravidanza e nel periodo della menopausa.
Due donne abbracciate, una delle quali incinta.

Gravidanza

Se aspetti un bambino, scoprirai presto la separazione dei muscoli retti addominali, la sporgenza dell’ombelico e l’incredibile sensazione del tuo bimbo che preme sulla vescica, creandoti lo stimolo urgente ad andare in bagno. Un’altra ‘gradita’ conseguenza delle gravidanza è il movimento che si verifica quando i tuoi organi si fanno da parte per lasciare spazio al fagottino che cresce dentro di te. 
 
Non molti lo sanno, ma ci sono altri fattori che influenzano il funzionamento della vescica delle mamme durante la gravidanza. Quando aspetti un bambino, il tuo corpo vive dei cambiamenti ormonali che indeboliscono i tuoi muscoli e influenzano il tono del tuo perineo. È per questo che, anche nei primi mesi della gravidanza, quando il feto è ancora troppo piccolo per premere sulla vescica, molte donne avvertono l’esigenza di fare pipì più spesso. 
 
In gravidanza l’utero in crescita, premendo sulla vescica, costringe ad andare in bagno più frequentemente; anche l’aumento del flusso ematico e il lavoro più efficiente dei reni, che producono quindi più urina, sono però una concausa del maggior numero di visite al bagno.
 
I livelli ormonali tornano alla normalità dopo il parto. I muscoli che circondano la vescica, però, sono stati sottoposti a una pressione extra da parte del bambino e, per farli tornare come prima il più rapidamente possibile, ti sarà utile esercitare i muscoli del pavimento pelvico durante la gravidanza. Un’altra cosa che può veramente aiutarti a riconquistare il benessere psicofisico è parlare delle piccole perdite con le amiche. Il vecchio detto “mal comune, mezzo gaudio” è proprio vero in situazioni come questa. E ci sono buone probabilità che molte delle tue amiche condividano il tuo disturbo. 
Donna che annusa il pancino di un neonato sorridente.

Dopo il parto

C’è una regola non scritta che stabilisce ciò che comporta un parto naturale. La cosa migliore sarebbe affrontare un parto naturale senza ricorrere agli antidolorifici. Ma sai una cosa? Ogni gravidanza e ogni parto sono diversi tra loro e, alla fine, è solo il risultato che conta. Il modo in cui hai avuto il bambino non dovrebbe nemmeno essere un argomento di discussione. È comunque giunto il momento di smantellare il tabù che circonda ciò che accade al corpo femminile dopo il parto. Problemi come le lacerazioni e la debolezza della vescica dopo il parto sono più che normali e riteniamo che sia giunto il momento di parlarne. 
 
Dopo il parto, a prescindere dal fatto che sia stato naturale o cesareo, il tuo pavimento pelvico rimarrà teso per un po’. Al termine della gravidanza dovrai inoltre liberati di tutti i liquidi in eccesso. In poche parole, subito dopo la nascita del bambino farai pipì molto più spesso. E con una vescica indebolita dal parto, è inevitabile che tu possa avere delle piccole perdite. Come se tu non avessi già abbastanza preoccupazioni per il tuo cucciolo, vero? 
 
Se non puoi fare molto per i liquidi in eccesso, con pochi minuti di esercizi al giorno potrai accelerare il recupero dei muscoli del tuo pavimento pelvico. Se non hai ancora avuto il bambino, chiedi alla tua ostetrica quali esercizi puoi iniziare a fare durante la gravidanza. In alternativa, clicca qui per vedere la nostra sezione dedicata agli esercizi..
Donna con felpa che sorride.

La menopausa

Invecchiare ha molti lati positivi. La maggiore esperienza nella vita si accompagna spesso ad una maggiore fiducia e ad una migliore comprensione di ciò che è davvero importante. Finalmente avrai il tempo di fare le cose che hai desiderato a lungo in passato, quando i tuoi figli erano piccoli o durante il difficile inizio della tua carriera lavorativa. E magari sei convinta che è finalmente giunto il momento di fare ciò che davvero ti piace. 
 
L’ultima cosa di cui ti vorresti preoccupare, mentre inizia questo ricco momento della tua vita, sono le piccole perdite. Purtroppo, però, uno degli effetti collaterali che molte donne accusano durante la menopausa sono le piccole perdite urinarie. Ciò avviene per la diminuzione della quantità di estrogeni nell’apparato genitale e nelle vie urinarie inferiori, a sua volta causa di secchezza vaginale e dei tessuti del tratto urinario, che diventano più asciutti, più sottili e meno elastici. Se non stimolati dagli estrogeni, i muscoli del pavimento pelvico vanno incontro a degenerazione. 
 
Per fortuna, però, esistono dei prodotti che offrono protezione contro le piccole perdite urinarie, evitando che questo disturbo diventi un grande problema. La tecnologia FeelFreshTM dei proteggi-slip lights by TENA isola umidità e cattivi odori molto rapidamente. Potrai così continuare a vivere la tua vita come al solito, senza preoccuparti dei momenti Ops. 

L’esperienza di altre donne

È accaduto dopo la nascita del mio secondo figlio. All’inizio sono rimasta sorpresa, ma ora so che è normale.

Carla
36