You seem to be located in <country>

Go to your TENA market site for local information.

Silvia e la sua esperienza con le perdite urinarie

“Avevo paura che qualcuno se ne accorgesse”
Una donna fa yoga al bordo di una piscina in una casa di villeggiatura

La storia di Silvia

“Facendo la commessa in un negozio di abbigliamento, sono in piedi tutto il giorno e ho sempre a che fare con i clienti. Molti anni fa, ho iniziato ad avere perdite di urina mentre facevo qualche sforzo. Per esempio, se in magazzino sollevavo qualcosa di pesante, potevo bagnare le mutandine con qualche goccia di urina. Avevo paura che i miei colleghi, o magari un cliente, potessero notare qualcosa.
 
Dopo qualche esitazione l’ho raccontato alla mia migliore amica Gabi. Lei mi ha consigliato un assorbente specifico proprio per le perdite urinarie. Ho vissuto bene per anni. Ma alla fine il mio problema si è aggravato e gli assorbenti non sono bastati più a proteggermi.
 
Quando ho sentito parlare delle mutandine protettive TENA, ero molto scettica. Un proteggi-slip o un assorbente nelle mutandine non era un grosso problema, ma abbandonare i miei comodi slip per delle mutandine protettive? Per me era inimmaginabile. Tuttavia, la mia curiosità ha vinto e ho ordinato un campione gratuito. Volevo almeno provarli. 
 
Quando è arrivato il pacco, mi aspettavo di ricevere della biancheria intima ingombrante, non alla moda e visibile sotto ai vestiti. In realtà, è stato proprio il contrario; le mutandine protettive TENA sono aderenti al corpo e hanno un design femminile. Nessuno può sospettare che io indossi un prodotto per le perdite urinarie sotto i jeans, e le mutandine protettive assorbono molto. Questo senso di protezione è esattamente quello che stavo cercando. Ora indosso le mutandine protettive TENA tutti i giorni e non ci faccio neanche più caso.” 
Una donna nuota in piscina