You seem to be located in <country>

Go to your TENA market site for local information.

Come ridurre lo stress

Una donna si rilassa ascoltando della musica – Consigli per ridurre lo stress del caregiver

6 semplici modi per ridurre lo stress

Per assistere una persona cara in modo adeguato, è importante che tu ti prenda cura di te stesso.  Se vuoi essere un caregiver migliore, fai attenzione ai segnali precoci di stress e corri presto ai ripari.
 
Di seguito sono elencati sei consigli da tenere in considerazione per ridurre lo stress. Cerca di applicarli alla tua routine quotidiana e osserva i risultati.
1. Consapevolezza

Essere un caregiver non è facile. L’attività assistenziale può prosciugare le tue energie, lasciandoti stressato e ansioso. Per fortuna c’è un rimedio naturale ed efficace: la consapevolezza.
 
Si raggiunge la consapevolezza solo quando si vive appieno ogni momento; quando si è attenti, o consapevoli, di ciò che si sta facendo e di ciò che sta accadendo intorno a noi; quando si è consci dei propri pensieri e sentimenti, senza esserne distratti; quando si avverte un senso di calma e di sollievo. 
 
Anche tu puoi raggiungere la consapevolezza allenandoti da cinque a dieci minuti al giorno. Per farla breve, siediti in silenzio e fai attenzione al ritmo del tuo respiro.
 
Esistono persino delle app sulla consapevolezza che puoi scaricare sul tuo smartphone per aiutarti ad allenare la mente. Scoprirai che, con una maggiore consapevolezza, la tua attività di caregiver migliorerà.

2. Una carica di energia positiva

Come saprai, assistere qualcuno richiede molta energia. Ci sono comunque diverse cose che puoi fare per ricaricarti. Ecco alcune idee da sperimentare quando sei fuori casa:
 
  • Quando prendi l’autobus, cerca di scendere una fermata prima del solito e percorrere la distanza che ti resta a piedi. 
  • Usa le scale anziché l’ascensore.
  • Usa la bici al posto della macchina.
  • Se hai un po’ di tempo per te stesso, fai un po’ di esercizio fisico con qualcuno. 
Ricordati: uno stile di vita sano aiuta a migliorare il senso di benessere generale, oltre a infonderti nuova energia per prenderti cura del tuo caro.

3. Ridai armonia alla tua vita

Un po’ di musica. È ottima per migliorare l’umore. In macchina o al lavoro, ascoltare la musica che ti piace ti farà sentire più sereno e rilassato. È scientificamente provato.
 
Quando accudisci una persona cara, cerca di ascoltare della musica che piaccia a entrambi. Scoprirai che aiuta a creare una buona armonia tra di voi.

4. Concediti qualche piacere

A volte non vorresti altro che poterti sdraiare in un letto, leggere una rivista o andare al cinema. È giusto, sentiti libero di farlo. Quando hai del tempo libero, goditi semplicemente l’attimo, tralasciando le routine quotidiane.
 
È importante che tu abbia una vita al di fuori dell’attività assistenziale, perché così potrai essere un caregiver migliore.

5. Lavoriamo per creare risultati duraturi

Non fare il supereroe accollandoti da solo tutte le routine settimanali. Suddividi le mansioni con familiari e amici. Chiedi loro un aiuto. Fai in modo che tengano compagnia al tuo caro mentre ti prendi un po’ di tempo per te stesso. Chiedi loro che ti aiutino nelle spese o confidati semplicemente a cuore aperto dopo una brutta giornata.
 
Gli altri membri della famiglia ti aiuteranno più volentieri in futuro vedendo quant’è duro l’impegno di un caregiver.

6. Una dieta sana

È importante che tu rimanga in buona salute quando ti occupi di qualcuno. Per fortuna, condurre uno stile di vita sano non è necessariamente difficile. Potrebbe sorprenderti sapere che una buona dieta può effettivamente ridurre lo stress.
 
Evita i cibi ricchi di grassi come carne e formaggi. Mangia invece molta frutta e verdura. 
 
Se è vero che le bevande contenenti caffeina, come il caffè, il tè e le bibite alla cola, danno la carica, ricorda però che possono anche interferire con il tuo sonno. 
 
E se i cibi dolci possono inizialmente darti un conforto, alla fine ti faranno “crollare” e sentire ancora più stanco.  
 
Chiedi al tuo medico consigli per una dieta nutriente. Perché un caregiver sano è anche un caregiver più forte.