You seem to be located in <country>

Go to your TENA market site for local information.

Le tue priorità

Una donna giovane e una donna anziana prendono il tè insieme – Prime cose da fare
Diventare un caregiver significa affrontare numerosi cambiamenti nella propria vita quotidiana. La buona notizia è che sarai tu a organizzare la tua attività. Devi solo pianificare e definire le priorità delle tue mansioni. In questo modo, potrai prenderti cura del tuo caro in modo efficace ed efficiente, gestendo al tempo stesso anche le altre esigenze. 
 
Per offrire la migliore assistenza possibile, focalizzati su questi 5 importanti aspetti
1. Comfort

Non ci sono dubbi sul fatto che tu voglia rendere la tua situazione assistenziale il più piacevole possibile per te e il tuo caro.  Tanti sono i fattori che ti potrebbero aiutare, tra cui:
  • abiti comodi e puliti;
  • arredi pratici;
  • spazi senza ostacoli e barriere;
  • dispositivi elettronici funzionanti;
  • illuminazione soffusa;
  • musica/tv a portata di mano; 
  • un ambiente fresco e pulito. 
Rendendo l’ambiente circostante più confortevole, entrambi vivrete più serenamente.

2. Pasti

Come dice un vecchio detto, “siamo ciò che mangiamo”. Ciò significa che la dieta e le abitudini alimentari hanno un grande impatto sulla nostra salute. È importante che tu lo tenga a mente quando svolgi il tuo ruolo assistenziale. Un’alimentazione adeguata e pasti regolari aiuteranno il tuo caro a mantenersi sano e in forze.
 
Ecco alcuni consigli per una dieta semplice e salutare:
  • Incoraggia la persona di cui ti prendi cura a mangiare dalle tre alle cinque volte al giorno e servigli i pasti a orari prestabiliti.
  • Riduci i cibi ricchi di sodio e usa meno sale.
  • Riduci la quantità di alcool e caffè che il tuo caro consuma.
  • Controlla il tipo e la quantità di grassi che proponi.
  • Invita il tuo caro a bere acqua o succhi di frutta.
  • Se non beve volentieri, cerca di proporre cibi con un elevato contenuto di acqua, come frutta e zuppe.

3. Igiene

Se la persona che accudisci non è in grado di badare a se stessa, dovrai aiutarla nell’igiene personale, specialmente se soffre di incontinenza.
 
Il guaio è che frequenti lavaggi con acqua e sapone possono rallentare la capacità della pelle di guarire o prevenire le infezioni, dando luogo a eruzioni cutanee, dermatiti e infiammazioni. Le irritazioni cutanee causate dall’incontinenza possono mettere a dura prova la saluta mentale e fisica della persona cara di cui ti occupi. Pertanto cerca di dare alla sua pelle la speciale attenzione che merita. 
 
Grazie a TENA potrai facilmente aiutarla a sentirsi pulita e a suo agio. La nostra gamma di prodotti per la cura della cute è studiata per detergere delicatamente, ricostituire e proteggere anche le pelli più delicate.
 

4. Attività

È bene che sia tu che la persona di cui ti occupi alleniate regolarmente la mente e il corpo. L’esercizio farà bene a entrambi e vi aiuterà a restare sani e a sentirvi in forma. Cerca quindi di introdurre nella tua routine assistenziale esercizi adeguati per il corpo e la mente.
 
Porta il tuo caro a fare una passeggiata nel parco o andate insieme a fare una breve gita. Oltre a essere salutare, l’esercizio fisico migliora anche l’umore, rafforza il sistema immunitario e aiuta a dormire più profondamente.
 
Non dimenticare, però, anche gli stimoli mentali. Fate insieme un cruciverba, sfidatevi in un gioco da tavolo o leggete. Persino una semplice chiacchierata può essere utile. Tutto questo può contribuire a rinvigorire la mente e ridare buonumore.
 
La persona che accudisci è inferma? In tal caso, ecco alcuni consigli per stimolare la sua mente: 
  • Parlale, mostrale delle foto e dei filmati che le piacevano.
  • Falle ascoltare della musica o cantale una canzone.
  • Cerca di continuare a svolgere le attività che le piacevano, per esempio leggendole un libro ad alta voce.
  • Sposta il suo letto accanto alla finestra, in modo che possa vedere il mondo esterno.
  • Portala fuori. Sole e aria fresca possono davvero risollevare l’animo.

5. Sicurezza domestica

La persona di cui ti occupi è malferma sulle gambe o ha qualche deficit mentale? In tal caso potresti doverla proteggere da eventuali incidenti domestici, specialmente se trascorre la maggior parte del suo tempo in casa.
 
Ecco alcuni consigli per rendere la tua/sua casa più sicura:
  • Sposta le cose in modo che siano più facili da raggiungere.
  • Disponi i mobili in modo che ci sia molto spazio per muoversi senza difficoltà.
  • Applica profili antiscivolo sotto le stuoie ed elimina i tappeti laceri e ondulati.
  • Posiziona tappetini antiscivolo in bagno e in cucina, dove il pavimento è spesso bagnato. 
Accertati che l’ambiente domestico sia confortevole. Fai in modo che non ci siano mobili con bordi taglienti, cavi elettrici scoperti o altri oggetti pericolosi.