You seem to be located in <country>

Go to your TENA market site for local information.

Che cosa puoi fare tu?

Una signora anziana e una giovane donna ridono insieme – I modi per aiutare una persona cara a gestire l’incontinenza

Aiuta il tuo caro a gestire l’incontinenza

Se non ha ancora consultato un medico in proposito, fissa presto un appuntamento. È necessario che tu sappia tutto sulle condizioni del tuo caro. Solo così potrà ricevere un trattamento adeguato. 
 
Il medico cercherà di evitare ogni disagio al tuo caro, consigliando probabilmente il trattamento meno invasivo disponibile. Inizialmente potrebbe consigliare cambiamenti nello stile di vita, esercizi di fisioterapia e dispositivi medici (vedi sotto). Se le misure proposte non dovessero funzionare, il medico potrebbe indirizzare il tuo caro a uno specialista. Come ultima risorsa, lo specialista potrà consigliare dei farmaci o un intervento chirurgico. Stai comunque certo che, rivolgendoti a dei professionisti, potrai aiutare il tuo caro a gestire la propria incontinenza.
 
Tu e il tuo caro potreste sentirvi a disagio mentre cerchi di aiutarlo con il suo disturbo. È naturale. Dopo tutto, si tratta di una questione personale. Comunque sia, potrai essere d’aiuto in molti modi. Cerca in primo luogo di superare ogni imbarazzo: in questo modo lo aiuterai a sentirsi più rilassato. Raccogliendo quante più informazioni possibili sulla sua condizione, inoltre, riuscirai a capire le difficoltà che sta attraversando e a dargli esattamente il sostegno di cui ha bisogno.  

Consigli per i diversi tipi di incontinenza

Hai letto la nostra sezione Tipi di incontinenza? Descrive alcune delle tipologie più comuni di perdite urinarie. Tra quelle elencate dovresti riuscire a trovare quella che riflette meglio la condizione del tuo caro. 
 
Di seguito sono riportati alcuni consigli professionali per gestire i diversi tipi di incontinenza.
Aiuto per l’incontinenza da sforzo

Considera innanzitutto lo stile di vita del tuo caro. Pochi semplici cambiamenti potrebbero migliorare notevolmente la situazione.
  • Assicuragli un’idratazione adeguata.
    Di primo acchito potresti pensare che dovrebbe bere meno. Così facendo, però, le sue urine diverrebbero più concentrate, irritando ulteriormente la vescica e rendendola più attiva. Consiglia al tuo caro di bere normalmente, assecondando semplicemente la sua sete naturale. Questo dovrebbe essere sufficiente a far sì che le sue urine abbiano un sano colore giallo paglierino. Ovviamente, bere troppo non farà che accrescere lo stimolo a urinare. Fai quindi in modo che mantenga il giusto equilibrio.

  • Evita alcune bevande.
    Ricorda che certe bevande sono diuretiche, nel senso che inducono a recarti più spesso alla toilette. Tra queste ci sono il tè e il caffè, entrambi contenenti caffeina, e le bevande alcoliche. Non c’è nulla di male nel lasciare che il tuo caro ne beva una tazza ogni tanto, ma è meglio evitare di servirgliene in quantità eccessiva.

  • Fai attenzione alle calorie.
    Il sovrappeso indebolisce i muscoli pelvici, potenziali responsabili dell’incontinenza. Per aiutare il tuo caro a rimanere in forma, fai in modo che abbia una dieta sana e nutriente, senza troppe calorie.

  • Scoraggia il fumo.
    La persona di cui ti occupi fuma? Questo non è di per sé causa di perdite urinarie. La tosse causata dal fumo può però sottoporre la vescica a pressione. Cerca quindi di persuadere il tuo caro a smettere di fumare. Ne beneficerà non solo la sua incontinenza, ma anche la sua salute generale. 


  • Incoraggia l’esercizio fisico.
    Il tuo caro è ancora in grado di muoversi in modo autonomo o ha bisogno di essere supportato? Facendo gli esercizi per il pavimento pelvico, potrebbe migliorare il controllo della vescica. Gli scienziati hanno scoperto che fino al 70% dei casi di incontinenza da lieve a moderata possono essere migliorati o persino curati in questo modo. La persona a te cara dovrà fare regolarmente gli esercizi giusti per il pavimento pelvico (Kegel) per un periodo compreso tra tre e sei mesi. Non è mai troppo tardi per iniziare. Anche se ha un’età compresa tra i 70 e gli 80 anni, i sintomi potranno comunque migliorare. Lo specialista potrà consigliare  tecniche come la stimolazione elettrica per facilitare la corretta esecuzione di questi esercizi. Scopri di più sugli esercizi.

Aiuto per l’incontinenza da urgenza

Questa forma viene a volte definita vescica iperattiva. Come suggerisce il nome, è caratterizzata da una improvvisa sensazione di urgenza alla minzione. Ecco alcuni consigli utili per assistere il tuo caro:
  • Aiutalo a raggiungere il bagno.
    Verifica che il percorso che porta alla toilette sia sgombro da ostacoli e facile da percorrere.  Se poi il tuo caro è vestito e completamente o parzialmente autosufficiente, fai in modo che i suoi abiti siano facili da togliere (cioè senza allacciature scomode).

  • Aiutalo con gli esercizi e l’addestramento della vescica.
    Chi soffre di incontinenza da urgenza, potrà procedere a una “riabilitazione” della vescica. A tale scopo, incoraggia il tuo caro a trattenere maggiori quantità di urina più a lungo e ad andare in bagno meno spesso. In questo modo, la sua vescica smetterà di “amplificare” lo stimolo di urinare quando è piena solo per metà. Col tempo la riabilitazione diverrà sempre più semplice. Fino al 50% di chi soffre di incontinenza da urgenza ha riscontrato miglioramenti con questo metodo.

> Anche gli esercizi di Kegel per i muscoli pelvici possono risultare utili nei casi di incontinenza da urgenza.

> Scopri quali sono gli esercizi.

Aiuto per l’incontinenza mista

Il tuo caro soffre al tempo stesso di incontinenza da urgenza e da sforzo? In questo caso, la cosa migliore è concentrarsi sui sintomi dominanti e cercare di gestire innanzitutto questa condizione. Potresti iniziare con gli esercizi del pavimento pelvico per l’incontinenza da sforzo, oppure con la riabilitazione della vescica per l’incontinenza da urgenza. Una volta ridotti i sintomi principali, potrai iniziare il trattamento degli altri sintomi.

Aiuto per l’incontinenza funzionale o neurologica

Qualche disabilità mentale o fisica impedisce al tuo caro di arrivare in tempo alla toilette o gli ha fatto perdere il controllo sulla vescica?  I medici forse potrebbero aiutarti. In caso contrario, ci sono ancora alcune cose che puoi fare per migliorare la situazione del tuo caro.
 
Ciò che più conta è ridurre al minimo l’impatto di eventuali “incidenti” con buoni prodotti per l’incontinenza. Mutandine assorbenti e ausili assorbenti anatomicamente sagomati aiuteranno a contenere completamente le perdite di urina. In questo modo potrai far sentire il tuo caro fresco, asciutto, pulito e a proprio agio. 
 

Misure per i casi più seri

A seconda delle condizioni del tuo caro, un medico o uno specialista potrebbero consigliarti una o più delle seguenti soluzioni:
  • Dispositivi medici
    Il medico potrebbe inserire un catetere (un tubicino che collega l’uretra a una sacca portatile per la raccolta dell’urina). Questa misura temporanea viene raccomandata soprattutto quando l’incontinenza è la conseguenza di un intervento chirurgico, durante il periodo di convalescenza. In tal caso potresti dover essere tu a sostituire e pulire catetere e sacche, una mansione facile da imparare. È importante capire che il catetere non è una soluzione per l’incontinenza urinaria, ma solo una misura da adottare in caso di prostata ingrossata piuttosto che una soluzione temporanea dopo un intervento alla prostata.

    I dispositivi più comuni usati per le perdite urinarie sono gli ausili assorbenti per incontinenza e le mutandine assorbenti. Concepiti per proteggere dalle perdite di urina e dai cattivi odori, sono disponibili in varie taglie e livelli di assorbenza.

    > Scopri i prodotti TENA per l’incontinenza.

  • L’ultima spiaggia: i farmaci e/o un intervento chirurgico
    Ci sono farmaci in grado di ridurre l’iperattività della vescica. Per sapere quali farmaci potrebbero facilitare la gestione dell’incontinenza del tuo caro, chiedi al medico che ti indirizzi da uno specialista, quale un urologo o un uroginecologo.

    Anche la chirurgia può essere utile per trattare l’incontinenza, ma viene raramente utilizzata.

Altre utili soluzioni

Che cos’altro puoi fare per aiutare una persona cara affetta da incontinenza funzionale? Accertati che il percorso che porta in bagno sia sgombro da ostacoli e facile da percorrere. Se poi il tuo caro è vestito e completamente o parzialmente autosufficiente, cerca di fargli indossare abiti che siano facili da togliere (cioè senza allacciature scomode).

Dai al tuo caro il meglio

Scopri i rimedi proposti da TENA per mantenere il tuo caro pulito e a suo agio. Guarda qui la gamma di prodotti TENA.